123SCUOLA Geografia Storia Ed. Civica Articoli HTML Contatti

Storia

II media - Unità 25 - L‘ Europa dopo il 1848

Francia e Austria dopo i moti rivoluzionari

Nel 1852, la Francia diventa un impero sotto il regno di Luigi Napoleone, noto come Napoleone III. Durante il suo governo, Napoleone III promuove lo sviluppo industriale e ferroviario, nonché la realizzazione del Canale di Suez in Egitto, che permette il passaggio delle navi tra il Mar Mediterraneo e il Mar Rosso, incoraggiando gli scambi commerciali.

Napoleone III reprime le proteste degli operai, ma introduce alcune riforme e guadagna il sostegno del popolo. Nel frattempo, nell'Impero asburgico, l'imperatore Francesco Giuseppe, nel 1851, ristabilisce il potere assoluto e abroga la Costituzione. Tuttavia, nel 1859, perde una guerra contro i Franco-Piemontesi, e nel 1866 subisce una sconfitta contro la Prussia. Ciò porta all'indebolimento dell'Impero asburgico, che cede il controllo su alcune regioni tedesche.

Nel 1867, l'Ungheria ottiene un'autonomia all'interno dell'Impero asburgico, mantenendo una propria amministrazione.

La guerra di Crimea

In Russia, manca la borghesia e l'industrializzazione. L'Impero russo desidera espandere i propri commerci attraverso la conquista dei territori dell'Impero ottomano. Tuttavia, Francia e Gran Bretagna si schierano con l'Impero ottomano, dando inizio alla guerra di Crimea nel 1853, una regione situata sul Mar Nero.

Nel 1855, la Russia subisce una sconfitta, e il Mar Nero diventa una zona neutrale. Durante questo conflitto, sale al trono lo zar Alessandro II, che promuove una riforma dell'agricoltura e abolisce la schiavitù dei contadini. Tuttavia, mantiene i privilegi dei grandi proprietari terrieri. Nel 1881, lo zar viene assassinato.

L'ascesa della Prussia e la Comune di Parigi

I territori tedeschi conoscono un notevole sviluppo economico, e la Prussia ambisce ad unirli in un singolo stato. Nel 1859, Guglielmo I diventa re di Prussia e nomina Otto von Bismarck cancelliere, equivalente al primo ministro. Bismarck governa in modo autoritario, limitando la libertà di espressione ma guadagnando il sostegno della borghesia attraverso riforme commerciali e del popolo con politiche sociali. Il suo obiettivo è creare uno stato tedesco unificato con la forza.

Nel 1866, la Prussia vince una guerra contro l'Austria. Nel 1870, la Francia dichiara guerra alla Prussia ma subisce una sconfitta, e in Francia viene instaurata una repubblica. Come vedremo, le guerre della Prussia con Austria e Francia porteranno al Regno d'Italia (che nascerà nel 1861), grandi vantaggi.

Nel 1871, nasce l'Impero tedesco, mentre la Francia firma la pace. A Parigi, il popolo si ribella e forma la Comune di Parigi, un governo di orientamento socialista. Tuttavia, l'esercito reprime violentemente la rivolta.

L'Inghilterra della regina Vittoria nel secondo Ottocento

Tra il 1837 e il 1901, il Regno Unito è retto dalla regina Vittoria (da cui l'espressione "età vittoriana"). Durante questo periodo, il Partito Conservatore e il Partito Liberale si alternano al governo, ma condividono obiettivi comuni, contribuendo allo sviluppo del paese. L'economia britannica conosce una crescita significativa, e i governi promuovono riforme per migliorare le condizioni dei lavoratori, estendendo il diritto di voto a una parte degli operai e alla classe media.

Nel frattempo, in Irlanda, attorno al 1850, una grave carestia spinge molti irlandesi a emigrare verso gli Stati Uniti. Gli irlandesi, in gran parte cattolici, afflitti dalla povertà e privi di diritti, iniziano a chiedere l'indipendenza. Le proteste però sono represse dalla Gran Bretagna e seppure successivamente vengono apportate alcune riforme, i rapporti tra l'Irlanda e la Gran Bretagna rimangono tesi.


123scuola_gruppo_facebook
123scuola Instagram

Vai alla versione stampabile di questo documento


AD

Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità fissa ed i contenuti sono frutto ed espressione della volontà personale degli utenti. Questo sito non fornisce alcuna garanzia sull' accuratezza e completezza dei contenuti riportati e si riserva il diritto di modificare ed aggiornare dette informazioni senza preavviso alcuno.
Copyright © 2018 www.123scuola.com

Copyright 2022 www.123scuola.com | Pagine visitate: 346982[8550]