123SCUOLA Geografia Storia Ed. Civica Articoli HTML Contatti
NOTIZIA NOTIZIA GRAMMATICA

Italiano - Grammatica

Morfologia - L‘ aggettivo - I gradi dell‘ aggettivo

1. I gradi dell'aggettivo

Gli aggettivi qualificativi possono essere graduati secondo una scala d'intensità, in cui si distinguono tre livelli, detti gradi dell'aggettivo.

Grado positivo: Giacomo è simpatico. L'aggettivo nella sua forma normale si dice di grado positivo. L'aggettivo qualificativo di grado positivo  esprime una qualità senza specificarne l'intensità.

Grado comparativo: Giacomo è più simpatico di Roberto. Il gardo comparativo serve a esprimere un confronto tra due elementi rispetto alla qualità espressa dall'aggettivo. Nel nostro acso esprimiamo un confronto tra Giacomo e Roberto per quanto riguarda la simpatia. Il grado comparativo, come vedremo, può essere di tre tipi: maggioranza, uguaglianza e minoranza.

Grado superlativo: Giacomo è simpaticissimo. Giacomo è il più simpatico della classe. L'aggettivo qualificativo di gardo superlativo esprime una qualità al massimo livello. Nel nostro esempio si dice che giacomo è simpatico al massimo livello.

 

2. Il comparativo

Come detto in precedenza il comparativo può essere di tra tipi:

Comparativo di maggioranza si forma mettendo l'avverbio più davanti all'aggettivo di grado positivo. Indica che una cerrta quantità è presente più nel primo termine di paragone che nel secondo.  Luca è più gentile di me; Daniele è più fortunato che preparato; è più facile parlare con te che con lui.

Comparativo di minoranza si forma mettendo l'avverbio meno davanti all'aggettivo di grado positivo. Indica che una cerrta quantità è presente meno nel primo termine di paragone che nel secondo.  Luca è meno gentile di me; Daniele è meno preparato che fortunato; è meno facile parlare con te che con lui.

Comparativo di uguaglianza si forma  mettendo le parole quanto o come davanti al seocondo termine di paragone. L'aggettivo può essere preceduto da avverbi come tanto, così, altrettanto.  Luca è gentile come me; Daniele è (tanto) preparato quanto fortunato; è (tanto)facile parlare con te quanto con lui.

 

3. Il superlativo

Il superlativo esiste in due forme: superlativo assoluto e superlativo relativo.

3.1 Il superlativo assoluto si usa quando si vuole attribuire al nome a cui si riferisce una qualità espressa al amssimo livello in modo assoluto.

Si forma aggiungendo il suffisso -issimo alla radice dell'aggettivo di grado positivo. Esempio: bravo -> bravissimo.

Esistono altri modi per esprimere il superlativo assoluto:

  • aggiungendo un avverbio come, molto, assai, notevole, assolutamente, etc. Esempio: molto bello, assolutamente capace;
  • raddoppiando l'aggettivo: Esempio: un gatto piccolo piccolo;
  • con tutto + aggettivo: Esempio: tutto felice;
  • aggiungendo all'aggettivo di grado positivo un prefisso come arci-, iper- extra-, super- stra-, etc.

3.2 Il superlativo relativo indica una qualità espressa al massimo gardo rispetto ad un gruppo.

E' introdotto come il comparativo di maggioranza e minoranza dagli avverbi più e meno ma presenta anche l'articolo. Esempio: Giuseppe è il più buono della classe.

 

4.  Comparativi e superlativi speciali

Oltre a quanto detto bisogna specificare che esistono casi particolari di comparativi e superlativi.

Alcuni aggettivi molto comune hanno, oltre alle forme più comuni, delle forme particolari di comparativo e superlativo come da tabella.

POSITIVO COMPARATIVO SUPERLATIVO
Buono migliore ottimo
cattivo peggiore pessimo
grande maggiore massimo
piccolo minore minimo
alto superiore supremo o sommo
basso inferiore infimo

Alcuni aggettivi formano il superlativo con il suffisso -errimo:

aspro -> asperrimo   celebre -> celeberrimo     integro -> integerrimo   misero -> miserrimo

Inoltre esistono alcuni aggettivi che formano il superlativo con -entissimo:

benefico -> beneficentissimo   melefico - maleficentissimo     benevolo -> benevolentissimo

Altri aggettivi, invece, hanno solo il comparativo e il superlativo, ma mancano di grado positivo. Sono i seguenti:

POSITIVO COMPARATIVO SUPERLATIVO
 / interiore intimo
 / esteriore estremo

123scuola_gruppo_facebook
123scuola Instagram

Vai alla versione stampabile di questo documento

STRUMENTI UTILI
[1] Esercizio online - La lettera h
[2] Esercizio online - Ho hai ha hanno
[3] Esercizio online - E ed è
[4] Esercizio online - E ed è
[5] Esercizio online - E ed è
[6] Esercizio online - A ed ha
[7] Esercizio online - A ed ha
[8] Esercizio online - A ed ha
[9] Esercizio online - Anno ed hanno
[9] Esercizio online - L'accento con la terza persona singolare del passato remoto indicativo
[11] Esercizio online - L'uso dei pronomi gli, li, le
[101] Esercizio online - Principale, coordinata e subordinatae
PDF (teoria semplificata + esercizi)
[3] Teoria + esercizi - E ed è
[ ] Teoria + esercizi - E ed è II
[9] Teoria + esercizi - L'accento con la terza persona singolare del passato remoto indicativo
[11] Teoria + esercizi - L'uso dei pronomi gli, li, le
Esercizi online MODULI GOOGLE
[4] Esercizio online - Analisi grammaticale e logica
[5] Esercizio online - Analisi grammaticale e logica
[6] Esercizio online - Analisi grammaticale e logica
[7] Esercizio online - Analisi grammaticale e logica

AD

Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità fissa ed i contenuti sono frutto ed espressione della volontà personale degli utenti. Questo sito non fornisce alcuna garanzia sull' accuratezza e completezza dei contenuti riportati e si riserva il diritto di modificare ed aggiornare dette informazioni senza preavviso alcuno.
Copyright © 2018 www.123scuola.com

Copyright 2022 www.123scuola.com | Pagine visitate: 498194[159710]