Italiano - Grammatica

Morfologia - Verbo - La radice e la desinenza del verbo

Le varie forme del verbo si assomigliano. A guardarle bene si nota che tutte le forme di uno sesso verbo hanno una prima parte in comune e una seconda parte che cambia. La prima parte si chiama radice, la seconda desinenza.

Per esempio le parole ascoltare, ascoltai, ascolterò appartengono tutte alla coniugazione del verbo ascoltare e in quanto tali sono accomunate tutte dalla radice ascolt-.

La radice è un elemento costante, cioè non cambia (quasi) mai; la desinenza è una parte variabile.

La radice è la parte che contiene il significato del verbo; la desinenza è la parte che ci informa sul chi, sul quando e sul modo dell'azione.






<<< Lezione precedente Lezione successiva >>>