Baby gang, Saviano: "Napoli come il Sudamerica, solo la scuola può salvare i ragazzi"


"Pestare per uno sguardo, sparare per niente". Dopo i casi di Arturo, 17 anni, accoltellato in strada da 4 coetanei, e Gaetano, 15, picchiato a sangue da 15 ragazzini, a Napoli torna al centro dell'attenzione la violenza giovanile. "Solo un esercito di professori, da sostenere, può cambiare la sorte di questa città".

Il commento di Roberto Saviano.


www.123scuola.com