Unità 15 - XI/XIII sec - Le crociate


Le Crociate

Nell’XI secolo i turchi sostituirono gli arabi alla guida del mondo musulmano e appena  si furono impossesati di Gerusalemme, non permisero più ai cristiani di visitare il Santo Sepolcro. In seguito, dopo la battaglia di Manzikert del 1071, conquistarono l'Anatolia minacciando direttamente Costantinopoli. Fu così che l'imperatore d'oriente, Alessio I Comneno, chiese aiuto all'Occidente

Il papa Urbano II, desideroso di ingraziarsi l'imperatore d'Oriente al fine di riunificare la Chiesa, e temendo un’espansione turca in Europa, decise di intervenire contro gli infedeli bandendo un “pellegrinaggio armato”: iniziarono così le crociate. 

Durante la prima crociata, partita nel 1096 e guidata da diversi tra i più importanti nobili d'Europa (e per questo detta "dei baroni"), gli eserciti europei conquistarono tutta la Terra Santa e la stessa Gerusalemme cadde in mano agli europei nel 1099 dopo un assedio che costò la vita a 10000 cristiani e 70000 musulmani.. Le terre conquistate dai cristiani furono divise in quattro regni retti con lo stesso sistema feudale vigente in Europa ma si dimostrarono fin da subito di difficile gestione perché continuamente minacciati dai turchi decisi a riprenderi la rivincita.

Per la difesa dei pellegrinaggi e dei luoghi santi, vennero fondati diversi ordini monastico-militari

Nel corso del tempo i turchi riconquistarono tutte le città perdute e nemmeno l'indizione di altre crociate servì a contenere la riscossa turca, tanto che nel 1291, anche Acri, ultima città rimasta ai cristiani, fu persa: l’epoca delle crociate era conclusa.


Materiali e risorse varie


www.123scuola.com