Agenda 2030: Istruzione di qualità


L’obiettivo numero 4 dell’Agenda 2030 si focalizza sul diritto all’istruzione.

La scuola è data spesso per scontata. E' vista come una noia e a volte si arriva perfino all'avversione. Eppure molto della nostra vita dipende dal nostro livello d'istruzione e quindi anche dalla scuola: per esempio, il lavoro che svolgiamo (o che svolgeremo) e il relativo salario dipendono in gran parte dal nostro livello d'istruzione. 

Una persona istruita è in grado di affrontare i problemi della vita avendo a disposizione più strumenti. Ma dall'istruzione dipendono anche molti aspetti della società e quindi del benessere generale: per esempio, la salute, il progresso culturale e tecnologico di un paese non possono prescindere dall'istruzione.

Purtroppo però, non  tutti nel mondo possono accedere a livelli anche minimi d'istruzione e questo porta a gravi conseguenze sia sulla loro vita e sia sulla società. Secondo l'ONU basterebbe anche un livello d'istruzione minimo per garantire a molte persone che vivono nei paesi in via di sviluppo maggior benessere per se stesse e per i Paesi in cui vivono.

Fatti e cifre

• L’iscrizione nelle scuole primarie nei Paesi in via di sviluppo ha raggiunto il 91%, ma 57 milioni di bambini ne sono ancora esclusi

• Più della metà dei bambini non iscritti a scuola vive in Africa subsahariana

• Si calcola che il 50% dei bambini che possiedono un’età per ricevere l’istruzione primaria ma che non frequentano la scuola vive in zone colpite da conflitti

• Nel mondo, 103 milioni di giovani non possiedono capacità di base in lettura e scrittura, di cui oltre il 60% donne.

 

 


Materiali online


www.123scuola.com