Geografia

Unità AB1 - La Puglia

La Puglia, sperone e tacco dello stivale, è la più orientale delle regioni italiane. La collocazione ad est, e la forma allungata in senso nord-ovest sud-est la rendono una specie di ponte con l'Oriente: Otranto è più vicina ad Atene che a Roma e Bari è più vicina a Belgrado che a Milano.

Ha una superficie di 19.541 kmq e confina a nord con il Molise, a ovest con Campania e la Basilicata e a sud e a est è bagnata dai mari Ionio e Adriatico.

La puglia può essere suddivisa in 5 subregioni: partendo da nord abbiamo il Tavoliere delle Puglie ( la seconda pianura più vasta d’Italia), il promontorio del Gargano, l'altopiano della Murgia (costituita da rocce calcaree) e la Penisola salentina ( la terza pianura più vasta d’Italia). Il fiume più importante è l’Ofanto (134 km).

Il clima mediterraneo

Il clima mediterraneo : in estate le temperature sono elevate, le precipitazioni sono scarsissime, gli inverni sono molto miti, invece nell’area del Gargano l’estati sono malto fresche e le precipitazioni  sono abbondanti.

Il Paesaggio è caratterizzato dalla macchia mediterranea

Il paesaggio naturale è caratterizzato dalla macchia mediterranea, ma  oggi è limitata a poche aree lungo il litorale del Gargano si estendono ampie piante, nel Salento boschi soprattutto di lecci. Le aree protette, la cui superficie totale è il 7% circa del territorio, sono rappresentate dal Parco Nazionale del Gargano e delle Isole Tremiti dall Parco Nazionale dell’ Alta Murgia e da 11 parchi regionali, numerose riserve regionali, anche marine e aree protette. L’ inaridimento del territorio e il cambiamento climatico hanno ridotto la biodiversità della regione.

La distribuzione della popolazione non è omogenea.

La popolazione pugliese ammonta a poco  più di 4 milioni di abitanti che si concentrano prevalentemente attorno a Foggia del nord, lungo la costa adriatica da Barletta a Lecce, e sulla costa ionica intorno a Taranto. Sono scarsamente  abitate le aree occidentali al confine con la Campania e Basilicata.

Più del 90% della popolazione rsisiede in centri abitati di dimensioni più o meno grandi.

Il tasso di natalità è dell’ 8,3%, vicino al dato medio nazionale,  8,5% il leggero aumento della popolazione deriva dall’ immigrazione da altre regioni e quanto molto ridotta dall’ estero. I residenti stranieri sono pochi più del 2,4% della popolazione. Le persone di 65 anni sono il 20% circa.

Ci sono siti archeologici e testimonianze storiche.

Bari, il capoluogo regionale , conta circa 327 mila abitanti. In Puglia ci sono altre 13 città con più di 50 mila abitanti, di cui le maggiori sono Taranto (202 mila) ,Foggia(152 mila),Andria(100 mila),Barletta e Lecce(94 mila),Brindisi(88 mila) e Altamura(70 mila). In Puglia sono presenti numerose aree archeologiche che testimoniano delle origini preistoriche e delle civiltà antiche: Taranto ha origini greche; Brindisi è stata un’ importante città romana; la città vecchia di Bari conserva pregevoli caratteristiche medievali, Lecce offre straordinari esempi del Barocco. Sono presenti minoranze linguistiche albanesi e greche e  sono diffusi numerosi dialetti, appartenenti alle famiglie del napoletano e del siciliano.

Il sistema di collegamenti è efficiente.

Un’ autostrada e una linea ferroviaria si snodano parallele alla costa adriatica e si prolungano fino a Taranto. Il resto della ragione è raggiungibile con un’ articolata rete di collegamenti. I porti principali sono quelli di Taranto, Bari e Brindisi.

La disoccupazione è alta.

La Puglia presenta un PIL pro capite di 16.200 euro, più basso di oltre 10 mila euro del dato medio italiano.

La percentuale di disoccupati è molto alta: il 19,8% contro il 12,2% della media italiana.

Il primario ha un alto numero di addetti.

Nel settore primario lavora un’ alta percentuale di occupati: l’ 8,9% un dato che evidenzia l’ importanza dell’ agricoltura e della pesca in Puglia. La regione, infatti, è ai primi posti in Italia per la produzione di grano duro, per la coltivazione dell’ ulivo e dalla vite, dalla quale si ricavano sia uva che vino. Di buon livello è anche la produzione di tabacco. La pesca è praticata con buoni risultati sia sul mare adriatico che sullo Ionio. A Taranto è sviluppata l’ acquicoltura.

C’è un tasso di medie e piccole aziende.

Nel settore secondario c'è il 22,8% degli occupati, una percentuale in diminuzione, anche a causa della grave crisi che ha compito i grandi stabilimenti siderurgici di Taranto( lva ). Resta significativo il ruolo delle attività industriali petrolchimiche e della cantieristica. Un crescente tessuto e medie imprese opera  nei comparti chimiche e materie plastiche, tessile e dell’ abbigliamento, elettronico, meccanico e il modo particolare nel comparto alimentare del foggiano, che produce pasta e conserve sfruttando le coltivazioni di grano duro e di pomodori. Brindisi si distingue per la produzione di energia elettrica. Nella regione si sta inoltre ampliando la produzione elettrica da fonti rinnovabili.

Il patrimonio turistico non è ancora pienamente valorizzato

Il settore terziario impiega in 68,3%  degli occupati, suddivisi soprattutto fra commercio, pubblica amministrazione e attività legate al turismo. Le attrazioni balneari del Gargano e del Salento, le città d’arte (Bari, Lecce, Otranto)  e le attività fieristiche (Bari) richiamano più visitatori italiani che stranieri, mostrano che il patrimonio turistico della regione non è ancora pienamente valorizzato. 

 

Materiali e risorse varie



Esercizi online

[AB] Esercizio - La Puglia (territorio, popolazione, economia) (5 domande a risposta multipla) (facile)

[AB] Esercizio - La Puglia (territorio e clima) (5 domande a risposta multipla) (facile)

[AB] Esercizio - La Puglia (popolazione e città) (5 domande a risposta multipla) (facile)





Vai alla versione stampabile di questo documento


 

Esercizi online

[AB] Esercizio - La Puglia (territorio, popolazione, economia) (5 domande a risposta multipla) (facile)

[AB] Esercizio - La Puglia (territorio e clima) (5 domande a risposta multipla) (facile)

[AB] Esercizio - La Puglia (popolazione e città) (5 domande a risposta multipla) (facile)

LINK UTILI
[1] Tutto sui fusi orari
[2] Mappa vuota per GLI STATI da riempire di contenuti
[3] Urbistat Italia
[4] Mapsland
[5] Lezioni adattate I anno
[5] Lezioni II anno
Giochi
Gioco bandiere-stati
Video
Video sull'Italia
Carte speciali - Reali dimensioni
True size
STRUMENTI UTILI

[1]Planisfero politico (4450 x 2887)
[2]Planisfero politico (3823 x 1944)
[3] Fasce climatiche del pianeta
[4]Carta geografica Europa fisica
[5]Carta Europa muta
[6]Carta Europa politica
[7]Cartina Italia fisica (3702 x 2752)
[8]Cartina Italia fisica (1572 x 1972)
[9]Carta fisica Italia (muta) (1298x1600)
[10]Cartina Italia politica - Regioni, città (1039 x 1430)
[11]Carta muta Italia (1576 × 1776)
[12]Carta Italia solo regioni(400 × 454)
[13]Carta Puglia