Educazione Civica

L‘ Organizzazione Mondiale della Sanità e il Covid-19

Introduzione

Nel mondo esistono diverse organizzazioni internazionali tra cui la più importante è senza dubbio l'ONU. L'ONU è nata dopo la Seconda Guerra Mondiale quando i Paesi vincitori del conflitto si resero conto che bisognava creare un'associazione internazionale che evitasse l'esplosione di nuove guerre, un'associazione che perseguisse la pace.

Ma la pace non si ottiene semplicemente invocandola, ma attraverso una serie di interventi ad essa finalizzati. La pace si ottiene creando condizioni economiche favorevoli per tutti, combattendo le disuguaglianze e le ingiustizie e assicurando la salute a tutti i popoli.

Ed è in questo contesto, con la necessità di garantire la salute di tutte le popolazioni, che nacque l'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

Che cos’è l'OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità - OMS (in inglese, WHO), istituita nel 1948 con sede a Ginevra, è l’Agenzia delle Nazioni Unite specializzata per le questioni sanitarie. Vi aderiscono 194 Stati Membri di tutto il mondo.

L’obiettivo dell’OMS è “il raggiungimento, da parte di tutte le popolazioni, del più alto livello possibile di salute", definita come “uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale” e non semplicemente “assenza di malattie o infermità”.

Per essere efficacie nei suoi interventi l'OMS suddivide il mondo in sei regioni, ognuna facente capo ad un proprio Comitato Regionale. Le regioni sono:

  • Europa (EURO), con sede a Copenaghen in Danimarca. Oltre all'intero continente, comprende anche la Russia, Israele, Turchia e Kazakhstan.
  • Africa (AFRO), con sede a Brazzaville nella Repubblica del Congo.
  • Mediterraneo orientale (EMRO), con sede al Cairo in Egitto.
  • Sud-est asiatico (SEARO), con sede a Nuova Delhi in India.
  • Americhe (AMRO), con sede a Washington, D.C. negli Stati Uniti.
  • Pacifico occidentale (WPRO), con sede a Manila nelle Filippine.

 

 

Riprendendo quanto detto in precedenza vale la pena di ricordare che nel suo trattato istitutivo (una specie di Costituzione) c'è scritto: “la salute di tutti i popoli è una condizione fondamentale per la realizzazione della pace e della sicurezza e dipende dalla più completa collaborazione tra gli individui e tra gli Stati”.

 

Che cosa fa l'OMS

L’OMS è impegnata a fornire una guida sulle questioni sanitarie globali, indirizzare la ricerca sanitaria, stabilire norme e standard e formulare scelte di politica sanitaria basate sull’evidenza scientifica; inoltre, garantisce assistenza tecnica agli Stati Membri, monitora e valuta le tendenze in ambito sanitario, finanzia la ricerca medica e fornisce aiuti di emergenza in caso di calamità. Attraverso i propri programmi, l’OMS lavora anche per migliorare in tutto il mondo la nutrizione, le condizioni abitative, l’igiene e le condizioni di lavoro.

L'OMS, nella sua funzione di vigilanza sanitaria, può emettere avvisi alle autorità sanitarie dei paesi membri relativi ai rischi pandemici.

Le fasi di allarme per i pericoli di pandemia utilizzate dall'OMS sono le seguenti:

  • Fase 1: nessuno dei virus che normalmente circola fra gli animali è causa di infezione per l'uomo
  • Fase 2: un virus che sta circolando fra animali domestici o selvatici ha infettato persone venute a stretto contatto con animali infetti
  • Fase 3: un virus animale ha infettato un gruppo di persone, ma la trasmissione fra uomo e uomo è assente o fortemente limitata
  • Fase 4: per un virus è possibile la trasmissione umana
  • Fase 5: per un virus è possibile la trasmissione umana e sono presenti gruppi di persone infette in almeno due stati appartenenti alla stessa regione OMS (vedi sezione precedente)
  • Fase 6: per un virus è possibile la trasmissione umana e sono presenti gruppi di persone infette in almeno due regioni, oltre alla condizione della fase 5

L’Oms è anche garante della corretta informazione sanitaria. Tutte le azioni e gli interventi intrapresi dall'OMS sono consultabili nella sezione news sul sito OMS. Esiste anche una sezione specifica dedicata  al nuovo coronavirus sul sito OMS Europa.

 

APPROFONDIMENTO>> Il Ministero della Salute e l'OMS
Particolarmente interessante risulta questa pagina del Ministero della Salute dove sono presenti in maniera molto chiara i "numeri" del contagio dovuto al Coronavirus e dove si evince chiaramente il ruolo di guida dell'OMS. Infatti in questa pagina è espressamente specificato che i dati provengono dall'OMS. http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5338&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto

 

L'OMS e il Coronavirus

Dopo aver allertato il mondo per mesi mettendolo in guardia dal pericolo che si stava sviluppando in Cina, e una volta constatato che si era giunti nella fase di allerta 6 (per un virus è possibile la trasmissione umana e sono presenti gruppi di persone infette in almeno due regioni delle sei) l'OMS ha formalizzato la pandemia di Covid-19 nel corso di una conferenza stampa tenuta l’11 marzo 2020. Al momento della conferenza stampa del Direttore Generale, Tedros Adhanom Ghebreyesus, si contavano quasi 120.000 persone contagiate e 4350 morti nel mondo a causa del coronavirus.

La scelta di arrivare a formalizzare la pandemia è stata operata per spingere i vari Stati ad adottare misure di contrasto decise.

 

Cosa consiglia l'OMS a proposito del Coronavirus

Come già detto l’OMS è impegnata a fornire una guida sulle questioni sanitarie globali e a questo scopo fornisce informazioni scientificamente valide. Particolarmente interessanti risultano le indicazioni fornite per "proteggere gli altri e noi stessi se non sappiamo chi è infetto". In questa pagina, creata per fare chiarezza e rispondere ai quesiti in arrivo da tutto il mondo, l'OMS si esprime fornendo queste semplici buone pratiche:

  • adotta il distanziamento fisico;
  • indossa una mascherina, soprattutto quando non è possibile mantenere la distanza;
  • mantieni le stanze ben ventilate;
  • evita la folla e il contatto ravvicinato;
  • lavati regolarmente le mani;
  • tossisci in un gomito o fazzoletto piegato.

 

APPROFONDIMENTO>> L’OMS e Agenda 2030
Agenda 2030 offre degli obiettivi specifici che possono essere inquadrati all’interno dell’ottica di raggiungere, “ da parte di tutte le popolazioni, del più alto livello possibile di salute". Tra queste ricordiamo l’obiettivo di sconfiggere le epidemie considerate la principale causa di morte con percentuali ancor oggi allarmanti.

 

APPROFONDIMENTO>> Com’è organizzata l 'OMS
L’OMS si avvale dei suoi Organi di Governo ("Governing Bodies"): il Segretariato, l’Assemblea Mondiale ed il Consiglio Esecutivo, nonché dei 6 uffici regionali in cui è articolata, dei propri uffici dislocati negli Stati Membri e dei centri collaboratori che supportano le sue attività

 

APPROFONDIMENTO>> l'Organizzazione mondiale della sanità, OMS è conosciuta nel mondo con il nome inglese World Health Organization, WHO.

 

Materiali e risorse varie

Youtube - Coronavirus, l’annuncio dell’Oms: «È pandemia»

Fonti: